La Valtaro... è "la casa" del Fungo Porcino

RACCOLTA DI ARTICOLI DI VALTARONETWORK 
IN MATERIA DI FUNGHI


Il nostro fungo (Borgotaro, Albareto, Pontremoli) è l'unico riconosciuto
con il marchio IGP dalla Comunità Europea
   

  • Nei boschi di castagni e faggi che si estendono nel territorio e le particolari condizioni climatiche favoriscono la crescita di ricercati funghi, soprattutto porcini. Questi preziosi frutti del sottobosco costituiscono la base della cucina tipica e rappresentano una voce importante nell'economia locale.

  • In autunno torna prepotente la voglia di scovare "l’oro del bosco": il porcino.
    E chi non se la sente di cimentarsi con casseruole e padelle e preferisce trovare il frutto di stagione già preparato nel piatto, può partecipare alla rassegna gastronomica Sapori d’ Autunno, che proseguirà fino a novembre nelle Valli del Taro e del Ceno, sull’Appennino Parmense. È qui che cresce il fungo di Borgo Val di Taro (o Borgotaro: i due nomi sono usati indifferentemente), nei boschi di cerro, castagno e faggio sul versante occidentale dell’Appennino.
    A disposizione degli appassionati c’è una splendida zona dove la grande estensione dei boschi e una attenta politica ecologica garantiscono soddisfazioni certe. Ancora dunque i week-end di ottobre e novembre sono il momento più adatto per andare a "caccia" di funghi, compiendo escursioni a piedi, sicuri di tornare a casa con un ricco bottino. E per chi si siede in una delle trattorie locali troverà questa specialità servita in modi diversi. Gli chef di Borgotaro, Bedonia, Compiano, Tarsogno, Bardi e Berceto esibiscono infatti tutta la loro maestria presentando piatti dove il porcino è il principe.

   


Un cercatore di Funghi


Le fotografie e i testi presenti su queste pagine sono di proprietà e a cura degli autori citati,
per suggerimenti o informazioni contattare il Web Master:
Gigi Cavalli