Borgotaro - Borgo Val di Taro    
  I LUOGHI DELL'APPENNINO  
 

Borgotaro



Torna alla
Home Page






Cerca nel sito
 


Firma e Leggi 
il nostro
libro degli ospiti 

 


 

Bedonia
Albareto
Compiano
Tornolo
S.Maria del Taro
Berceto
Solignano
Valmozzola
Bardi
Varsi

Gastronomia
Funghi
Ippovia
Immagini
Annunci
Genealogia
Lettere dell'emigrante
S'tis dal Burgu
Offerte
Sport
Newsletter
Utilità
Meteo
Pubblicità
Guestbook
Link-Network
Noi di
Valtaronetwork
Contattaci
 

 
Manifestazioni
Agriturismi - Camping
Ristoranti - Hotel

Ass.  Emmanueli
Gli Ustascia in Valtaro
Storia e cultura
Comitato "Veterrima Plebs"
Vecchie Cartoline
Arte in Valtaro
Biblioteca Manara
Le scuole

 

 

Considerata la "capitale" della Val Taro, si estende in un'ampia conca sulla sinistra del Taro. Il territorio, sottoposto fino al XII sec. alla giurisdizione del Monastero di Bobbio, passò nel XIII sec. ai Fieschi che mantennero il controllo di Borgotaro fino al '500, quando furono spodestati da Pier Luigi Farnese: Alla morte del Farnese il governo passò ai Landi, con conseguente annessione del territorio al Ducato di Parma. In tempi recenti questa zona è stata teatro di molte azioni partigiane. La parrocchiale di S. Antonino, edificata tra il 1644 e il 1667 sui resti di una precedente chiesa del XII secolo, al suo interno è ancora possibile ascoltare le antiche note di un organo Serassi risalente al 1700. 
Sulla piazza di S. Antonino si trovano anche l'unica torre superstite dell'antica rocca e l'imponente ex ospedale, ora Palazzo Tardiani. Nella chiesa di S. Domenico, risalente al 1400 e restaurata nel XVI sec., notevoli dipinti. Alla chiesa di S. Rocco appartengono le stazioni della Via Crucis del napoletano Gaspare Traversi (metà del '700).
Nella parrocchiale di Porgigatone è conservato uno splendido Crocefisso coi SS. Pietro e Paolo di Giovanni Lanfranco.
Nei boschi di castagni e faggi che si estendono nel territorio comunale le particolari condizioni climatiche favoriscono la crescita di ricercati funghi, soprattutto porcini, questi preziosi frutti del sottobosco costituiscono la base della cucina tipica e rappresentano una voce importante nell'economia locale.

Il centro storico:

Il nucleo urbano, un tempo circondato da una cinta muraria conserva un patrimonio edilizio di grande interesse storico architettonico, caratterizzato da eleganti palazzi dei sec. XVI - XVII - XVIII.
Quelli degni di rilievo sono: Palazzo Bertucci, Palazzo Boveri, Palazzo Manara, Palazzo Tardiani, Palazzo Piccenardi, Casa Moglia, Casa Cassio.

 

La facciata di Palazzo Boveri prima del restauro e dopo il restauro (Giugno 2001) - Clicca per ingrandirla
 
  • Le principali vie di collegamento con il capoluogo sono:
    autostrada A15 Parma-La Spezia, uscita Borgotaro, il paese dista 15 Km dal casello ed è raggiungibile con una nuova e moderna strada che scorre lungo le sponde del fiume Taro ed è percorribile in soli 10 minuti di auto.
    La stazione F.S. di Borgotaro è posta lungo il tratto ferroviario Parma- La Spezia ed è comodamente servita con fermate di treni in partenza da Milano, Bologna, Genova, La Spezia, Livorno e Firenze.

  • Le distanze dei maggiori centri urbani verso Borgo Val di Taro sono:
    Parma 60 km (45 minuti), Milano 170 km (1 ora e 45 minuti), Bologna 145 km (1 ora e 30 minuti), Firenze 150 km (1 ora e 45 minuti).
    Dal mare:
    Chiavari 60 km (1 ora); La Spezia 70 km (1 ora); Versilia 120 km (1 ora e 15 minuti); Genova 150 km (1 ora e 30 minuti).

Il passo del Brattello (951mt.) unisce l'Emilia con la Toscana.
Sullo sfondo le Alpi Apuane

  • Notizie utili:
    Per arrivare in autobus: linea extraurbana Parma - Borgotaro;
    TAXI - Viale Bottego: Tel. 0525- 99313
    Stazione FF.SS: Borgo Val di Taro - P.le Marconi, 16 - 0525-96425
    Guardia medica: Via Torresana, 2 - 0525-99664
    Pronto soccorso c/o ospedale: Via Benefattori, 12 - 0525-970216
    Carabinieri: Via Molinari,2 - 0525-97327
    Ufficio Postale: Via Corridoni - 0525-96311- 96377
    Posto telefonico pubblico: Caffè Centrale Via Nazionale Tel. 0525-96445
  • Ufficio informazioni turistiche:
    Via Cesare Battisti 84 Tel. 0525-96796
    E.mail: turismo@valtaro.it
     
  • Programma manifestazioni


Un'immagine del Concorso Ippico

 

 

  • Appuntamenti e manifestazioni:
    mercato settimanale: lunedì;
    Febbraio: domenica e martedì di carnevale sfilata di carri allegorici; fiera di Pentecoste il lunedì dopo la domenica di Pentecoste; terza domenica di luglio sagra del paese e lunedì successivo fiera della Madonna del Carmine; Domenica di luglio Concorso Ippico; Annunci dell'antiquariato: quarta domenica di luglio, agosto e settembre; fiera di San Lorenzo in agosto; settembre gastronomico, Fiera del fungo e delle produzioni tipiche, fiera di San Matteo; ottobre: festa della castagna.
      

  • Il Carnevale

    Cos'è il carnevale a Borgotaro? Ce lo spiega Marco Epifani, responsabile di Slow Food di Parma, in un bellissimo scritto dedicato alla settimana grassa valtarese e agli "effetti collaterali" che essa riversa a piene mani su tutto il paese.
    Vedi articolo...


  
La sfilata dell'edizione "Carnevale 2001"....



a Borgotaro


  • Altre informazioni sul territorio:
    l’altitudine relativa al capoluogo è di mt. 411 s.l.m.
    Gli abitanti sono circa 7200.
    Il monte Molinatico (1550 mt.) è raggiungibile dalla frazione di Baselica tramite una comoda strada asfaltata o a piedi lungo il sentiero contrassegnato dal CAI. Da Porcigatone invece si arriva al Lago Buono. Quando il bosco di querce cede il passo a frequenti radure lo sguardo può spaziare, da una parte sulla Val Taro, dall’altra sulla Val Ceno fino a Bardi. 
    La temperatura in estate è sempre mite, l’assenza di umidità e nebbia in inverno rendono il clima piacevole in ogni stagione.


La cascata sul Taro, ma chiamata
comunemente "Diga"
:


I due campanili visti "aldilà del Taro"
.

  • Il corpo bandistico di Borgotaro,
    le tracce più antiche, dell'esistenza d'una scuola musicale a Borgotaro risalgono alla seconda metà del 1700. Un certo Carlo Gervasoni, maestro di cappella nel nostro paese dal 1787 al 1819, dichiara che, in quegli anni era fiorente un'orchestra di filarmonici a suo dire "degna veramente d'una più grande città", diretta dal violinista Piccinardi. Il Gervasoni ebbe come predecessori altri due maestri di cappella: Carlo Mischiatti Veneziano (1772), seguito da Vincenzo Baruffaldi da Viadana.
    Per ulteriori informazioni "bandaborgotaro.it"...


La banda durante un'esibizione
    

IMMAGINI DI "LAGO BUONO" ( 9 Km da Borgotaro )


La cucina borgotarese:
quando è stagione, funghi, funghi e poi ancora funghi in tutte le salse, si consumano alle tavole dei valligiani ma anche nelle locali trattorie e ristoranti. Nei mesi di Aprile/Maggio si trovano anche i prelibati funghi "Prugnoli", che arricchiscono le tagliatelle fatte in casa e la frittata. Si sta anche diffondendo la raccolta del Tartufo nero. 
Vale poi la pena di non dimenticare le saporose trote del Taro e l'ottima selvaggina.

 

Fungo Porcino della Valtaro
L'unico fungo Porcino IGP
   

Funghi commestibili e tossici della Valtaro Valceno, vedi regolamento speciale. 


Un cesto di funghi Porcini appena raccolti.
   

Funghi, per capirne di più:
Centro Studi per la Flora Mediterranea.


La frazione di Belforte

    

La chiesa di Gorro appena restaurata.
   

  • Personaggi famosi borgotaresi: 

    Eugenio Bersellini è nato a Borgotaro il 10 Giugno 1936. E' allenatore da più di 30 anni, in seria A ha un record di 490 partite con 148 vittorie, 197 pareggi e 145 sconfitte. Nella strada scelta da Bersellini c'è anche uno scudetto conquistato con l'Inter nel campionato 1978-79. 
    Vedi carriera...


    James Gandolfini è uno degli attori più famosi e quotati oggi in America. Ma la cosa interessante è che appartiene ad una famiglia borgotarese e più precisamente di Tiedoli. Nato nel 1961 a West-wood, da padre appunto borgotarese e da madre piacentina, dopo essersi brillantemente laureato all’Università degli Studi di Rutgers, si è trasferito nella “Grande Mela”... 
    Vedi carriera...