I LUOGHI DELL'APPENNINO  
 

Berceto



Torna alla
Home Page



Cerca nel sito
 


Firma e Leggi 
il nostro
libro degli ospiti 

 

Borgotaro
Bedonia
Albareto
Compiano
S.Maria del Taro
Tornolo
Solignano
Valmozzola
Bardi
Varsi

Gastronomia
Funghi
Ippovia
Immagini
Annunci
Genealogia
Lettere dell'emigrante
S'tis dal Burgu
Offerte
Sport
Newsletter
Utilità
Meteo
Pubblicità
Guestbook
Link-Network
Noi di
Valtaronetwork
Contattaci
 

 
Manifestazioni
Agriturismi - Camping
Ristoranti - Hotel
 

Ass.  Emmanueli
Gli Ustascia in Valtaro
Storia e cultura
Comitato "Veterrima Plebs"
Vecchie Cartoline
Arte in Valtaro
Biblioteca Manara
Le scuole
 

  Un po' di storia:
Importante centro situato sulla destra della valle del torrente Manubiola. Lo sviluppo del paese è da collegarsi alla via di trasferimento che, attraverso l'Appennino, metteva in comunicazione la Pianura Padana con la Toscana e quindi con Roma. L'arteria assunse particolare importanza nei sec. XI - XIII, quando divenne uno dei principali itinerari per i pellegrini che si recavano a Roma. Già nei primi anni del VIII secolo il re Liutprando fece costruire, lungo la Strada Romea, sulla cima del monte Bardone quel monastero che fu chiamato Berceto. Nei secoli successivi Berceto fu al centro di aspre contese che portarono al succedersi, nella signoria del borgo, Rossi, Da Correggio, Fieschi, Della Scala. Il feudo tornò ai Rossi che restarono signori incontrastati fino al 1666., quando fu ceduto per debiti alla Camera Ducale. Il nucleo più antico del Borgo, conserva un patrimonio edilizio di estremo interesse. Modeste dimore medioevali, Pregevoli edifici rinascimentali, portali, finestre, elementi di arredo urbano: un repertorio degli stili architettonici della montagna parmense nel periodo dal XII al XVII sec.
All'incrocio delle due arterie principali sorge il Duomo. La costruzione è databile, nell'impianto originario, al XII sec. ma ha subito pesanti rifacimenti nel XV e XIX sec. Rimangono alcune interessanti sculture fra cui la lunetta del portale in facciata e una rara formella. All'interno del Duomo si conserva una campana di bronzo fusa nel 1497, il 'piviale di S. Moderanno' , stoffa lucchese del XII sec. ed una preziosa raccolta di oggetti liturgici.
La frazione di Corchia ( http://corchia.free.fr ) offre un raro esempio di nucleo medioevale quasi inalterato. Negli ultimi anni l'attività turistica tradizionale si è notevolmente sviluppata grazie al forte richiamo delle bellezze naturali e architettoniche, al fascino di una storia millenaria, alla salubrità del clima, alla comodità dei collegamenti stradali e alla bontà di una cucina tipica, che ha nel fungo porcino l'ingrediente d'elezione e per la quale Berceto vanta locali famosi.
 
Le principali vie di collegamento con il capoluogo sono:
Autostrada A15 Parma-La Spezia, uscita Berceto, il capoluogo dista solo 1 km dal casello.
La stazione F.S. più vicina (5 km. e solo per fermate locali) è quella di Ghiare di Berceto, quelle principali sono Borgotaro (20 km) o Fornovo (25km) sulla tratta Parma- La Spezia e sono comodamente servite con fermate di treni in partenza da Milano, Bologna, Genova, Livorno e Firenze.


Una panoramica del paese

Le distanze dei maggiori centri urbani verso Berceto sono:
Parma 58 km (35 minuti), La Spezia 50 km (30 minuti), Milano 180 km (1 ora e 30 minuti), Genova 180 km (1 ora e 45 minuti), Bologna 170 km (1 ora e 35 minuti), Firenze 150 km ( 1 ora e 30 minuti).



Ricoperta di neve
 

Altre informazioni sul territorio:
L’altitudine relativa al capoluogo è di mt. 810 s.l.m.
Gli abitanti sono circa 3000.
La sua altezza e la vicinanza con il mare (40 km) offre a un paese di montagna la possibilità di usufruire facilmente di entrambi gli ambienti.
Il Passo della Cisa (1280 mt. s.l.m.) è meta continua di pellegrini diretti al santuario posto sulla sua cima.


La facciata dell'antico Duomo costruito nel XII secolo


Il capoluogo può usufruire dei seguenti servizi:
pronto soccorso, banca, posta, scuole, asili, impianti sportivi come piscina, tennis, palestre, maneggio,  camping, calcio, basket, pesca sportiva, caccia, ecc.

I paesi nei pressi di Berceto sono:
Borgo Val di Taro, Langhirano, Valmozzola, Solignano.



La vista panoramica dal Passo della Cisa (1280 mt.)

   



 



 

   
Notizie utili:
Come si arriva in Autobus: linea extraurbana Parma - Berceto nei giorni festivi e feriali.

Guardia medica: via Salita Silva - 0525/64407
Polizia: Tel. 113
Polizia - sottosezione Polizia Stradale: via Martiri Libertà, 16 - 0525-629911
Carabinieri: caserma - p. Salvo D'Acquisto, 4 - 0525-64225 - 64713
Ufficio postale: via Mons. Lucchi - Berceto - 0525-60413;
Posto telefonico pubblico: Caffè Appennino - p. Micheli, 1 - 0525-64405
 
Uffico Turistico e
Centro di documentazione della Via Francigena
Via Romea, 5
43042 BERCETO PR
Tel. 0525 629027
Fax 0525 629456

Appuntamenti e manifestazioni:
mercato settimanale: giovedì;
2/4 luglio Mostra-Mercato del cavallo;
31 luglio Spettacolo Medievale;
1 agosto Spettacolo acrobatico roller;
6 agosto Incontri Bercetesi;
7 agosto Concerto musicale/bandistico;
13/15 agosto Feste danzanti e gastronomiche;
29 agosto Sagra della Modanna della Guardia (passo della Cisa);
11 settembre Concerto sinfonico;
12 settembre Festa della Madonna delle Grazie;
19 settembre Festa Gastronomica dei prodotti della montagna;
10 e 17 ottobre Castagna in Festa;
22 ottobre Sagra di S. Moderanno (festa paesana di antica origine).

 


l resti del castello di Pietramogolana,
semplice costruzione signorile del sec. XI 




L'antica chiesa di 
 Pietramogolana (XI sec.) 


Un tratto del fiume Taro nei pressi
di Ghiare di Berceto
(Foto Cavalli G.)


Un ponte in pietra

 Fugazzolo.jpg (56155 byte)
La frazione di Fugazzolo
(ingrandisci...)

Le fotografie e i testi presenti su queste pagine sono di proprietà e a cura degli autori citati,
per suggerimenti o informazioni contattare il Web Master:
Ggi Cavalli